Vivi Tortona Home Page

VIVI TORTONA e dintorni

Informazioni e Accoglienza del Territorio (I.A.T.)


indice delle schede scheda precedente scheda successiva torna indietro
Sei qui: Home | LOCALITÀ

CASTELLAR GUIDOBONO

chiesa di Castellar Guidobono Località
Castellar Guidobono

E-Mail
castellaro@idpfree.it

Link
sito ufficiale Comune






Castellar Guidobono è un comune agricolo-industriale situato tra le estreme propaggini collinari e la sponda sinistra del Curone in territorio prevalentemente pianeggiante.
 

In un diploma del 979 Castellar Guidobono (Castrum quod dicitur Squarzorum) è ricordato come limite del distretto di Tortona sul quale l’imperatore Ottone II concede la giurisdizione al Vescovo di Tortona. Per castrum si intendeva, in quell’epoca, un luogo fortificato con annessa circoscrizione territoriale mentre la parola Squarzanorum sta ad indicare che Castellaro era infeudato alla nobile famiglia tortonese degli Squarzoni. Nel XII secolo lo troviamo infeudato, insieme a Volpeglino, a Bernardo Guidobono. Un evento che influì in modo determinante sullo sviluppo e sull’esistenza di Castellaro fu costituito dall’escavazione della roggia ordinata nel 1234 dal comune di Tortona per derivare acqua dal torrente Curone e convogliarla a Viguzzolo. Questa roggia costituì una fonte di benessere per le popolazioni dei paesi attraversati ma determinò anche una lunga sequenza di liti e conflitti a causa dei prelievi abusivi ed arbitrari di acqua per l’irrigazione a danno dei legittimi proprietari. Nel testamento di Tommaso Guidobono datato 14 ottobre 1354 il paese è citato ancora come “castellario de squarzonibus” e nello stesso documento è citato il “fossato del castello”. Nel 1362 il borgo fu distrutto e saccheggiato dai mercenari anglo-bretoni della “Compagnia Bianca” e del vecchio paese non rimase traccia e Castellaro fu ricostruito più a sud. Nel 1408 i Guidobono, in qualità di feudatari di Castellaro e Volpeglino, ottenevano l’esenzione dei tributi dal conte di Pavia, Filippo Maria Visconti a causa dei danni sofferti durante la guerra sostenuta contro i guelfi tortonesi aiutati da truppe francesi. Dal 1412 al 1453 il borgo fu infeudato alla famiglia Tortona di Monleale.L’ufficializzazione del nome attuale di Castellarovenne sancita nel 1457 allorchè Francesco Sforza (1401-1466) appena insediatosi come succesore di Filippo Maria Visconti sul Ducato di Milano, volle ricompensare i grandi servigi resigli dal nobile tortonese Antonio Guidobono con l’investitura dei feudi di Carbonara, Sarezzano, San Giorgio, San Vittore, Selva di Brignano, Volpeglino e Castellaro degli Squarzoni che da allora cominciò a chiamarsi, in suo onore, Castellar Guidobono. Nell’aprile 1500 gli abitanti di Viguzzolo di fede guelfa distrussero il castello e il borgo di Castellaro controllato dai Guidobono Cavalchini, famiglia ghibellina filo sforzesca. Nel 1597 il feudo fu sequestrato a Ferrante Guidobono Cavalchini reo di uxoricidio; ne rimasero però titolari nel XVII secolo i fratelli Antonio, Gio Batta e Nicolò Guidobono Cavalchini, lontani cugini di Ferrante. Estinti anch’essi il titolo fu acquistato dai baroni Garofoli. Nel 1694 Pietro Antonio Guidobono, feudatario di Monleale, ottenne il titolo di conte di Castellaro, essendo il feudo venduto dal barone Pietro Antonio Guidobono Cavalchino Garofoli. Il pronipote Emilio, cuttadino milanese emigrato prma a Parigi poi in Inghilterra, nel 1825 vendette tutti i beni posti in Castellaro ai Montebruno di Genova. Nel dicembre 1798 si costituì una municipalità repubblicana e nel 1814 Castellar Guidobono fu compreso nel “mandamento” di Viguzzolo.
> Festa patronale: San Gaetano
> Superficie: 2,7 kmq
> Denominazione degli abitanti: castellanesi
 

Telefono:
Muniicipio: 0131 898053
FAX 0131 898053
  
Popolazione, ab.:
379
 
Zona Geografica:
Italia Nord occidentale, Comunità Collinare dei colli Tortonesi
  
Altitudine m:
144 s.l.m.
 

Distanza da: Alessandria Km.27


Ultima Revisione: 12/19/2005 a cura della redazione IAT
Vivitortona.it è sponsorizzato da:Rivalta Logistica spa
CALENDARIO


Mappa delle località Mappa dei comuni del Tortonese Piovera Alluvioni Cambiò Isola Sant'Antonio Molino dei Torti Alzano Scrivia Pontecurone Castelnuovo Scrivia Tortona Viguzzolo Castellar Guidobono Sale Guazzora Casalnoceto Volpeglino Sarezzano Monleale Volpedo Pozzol Groppo Montemarzino Berzano di Tortona Montegioco Cerreto Grue Villaromagnano Carbonara Scrivia Spineto Scrivia Villalvernia Sant'Agata Fossili Gavazzana Carezzano Costa Vescovato Castellania Sardigliano Avolasca Casasco Momperone Brignano Frascata Garbagna Dernice Montacuto Gremiasco San Sebastiano Curone Fabbrica Curone Paderna