Vivi Tortona Home Page

VIVI TORTONA e dintorni

Informazioni e Accoglienza del Territorio (I.A.T.)


indice delle schede scheda precedente scheda successiva torna indietro
Sei qui: Home | LOCALITÀ

ALLUVIONI CAMBIÒ

Località
Alluvioni Cambiò

E-Mail
ramerino.alluvioni.cambio@reteunitaria.piemonte.it



Comune della pianura delimitato dal Tanaro e dal Po, che qui confluiscono, formando numerosi meandri e isole di deiezione. Il capoluogo, presso un braccio del Tanaro, che un tempo correva più a monte, è stato ricostruito sulle rovine di Sparvara, un borgo inghiottito dalle acque nel corso di numerose alluvioni. Grava, che è il centro più popolato del comune, si stende ai margini della strada provinciale Pontecurone - Valenza.
L'agricoltura è l'attività prevalente, ora altamente specializzata nell'orticoltura. I principali prodotti sono rappresentati da carote (7500 q.), sedani (4200 q.), patate (3300 q.), cipolle (2500 q.) e finocchi (2500 q); in quantità minori sono prodotti fagioli, fagiolini, insalate, peperoni, piselli, spinaci, cavoli e rape. Il prodotto viene collocato nei mercati generali dei grandi centri vicini. Attiva è ancora la coltivazione dei cereali e dei foraggi. L'industria è presente nel settore del legname (produzione di imballaggi), con tre aziende. Opera, infine, un'azienda per la lavorazione delle materie plastiche (costruzione di barche e scafi).
 

Alluvioni Cambiò si stende, per circa due miglia, sulla riva destra del Tanaro ed occupa il sito dell'antica Sparvara, travolta dal Tanaro e dal Po ed appartenenti ai Conti di Lamella, le cui origini risalgono ai primi secoli del Medio Evo, estintisi tra il 1772 e il 1780. I loro beni passarono, poi, all'Ospedale di San Matteo di Pavia, furono, quindi, venduti al Signor Gobba ed infine acquistati, in asta pubblica, dalla popolazione. Cambiò, unitamente a Sparvara, era, nel Medio Evo, un comune situato alla sinistra del Po, nella provincia della Lomellina. Le variazioni di percorso del fiume staccarono una parte di questo territorio, che rimase a destra del medesimo, e, mentre la parte sinistra si restringeva per erosione, aumentava in estensione la destra a causa delle frequenti alluvioni.
I proprietari di quei fondi alluvionali, allorché divennero coltivabili, vi fabbricarono casolari, sparsi a diverse distanze, che presero la denominazione di Alluvioni di Cambiò, con unica amministrazione e parrocchia, dipendenti dal feudo del Vescovo di Tortona, che aveva il titolo di Principe.
In epoca napoleonica fu fissato nei fiumi Sesia e Po il confine tra la Repubblica Cisalpina (a sinistra) e l'Impero Francese (a destra), per cui i due centri di Cambiò (a sinistra) ed Alluvioni (a destra) furono separati. Quindi il comune di Alluvioni di Cambiò, separato dal Circondario di Vogherà ed aggregato a quello di Alessandria, fu costituito in comune autonomo con municipalità propria. Napoleone I, con suo decreto datato Dresda 20 luglio 1807, vi unì Isola Sant'Antonio, Schiavetti, Isola Bella, Inferno, Sperlone, costituendo un sol comune con il nome di Alluvioni di Cambiò, dipendente dal dipartimento di Marengo e con sede amministrativa in Montariolo, uno dei pochi cascinali alla destra del Po e del Tanaro. Nel 1818 i territori isolani venivano distaccati ed eretti in comune indipendente.
> Frazioni: Grava, Pavesa, Montariolo, Baracconi, Massarini, Mezzanino.
> Festa patronale: San Carlo
> Denominazione degli abitanti: alluvionesi
> Superficie del territorio kmq 9,28
 

Telefono:
0131 848121
fax 0131 848237
  
Popolazione, ab.:
1040
 
Zona Geografica:
Italia nord occidentale, pianura alessandrina.
  
Altitudine m:
77 s.l.m.
 

Distanza da: Alessandria Km.25

Ultima Revisione: 12/19/2005 a cura della redazione IAT
Vivitortona.it è sponsorizzato da:Rivalta Logistica spa
CALENDARIO


Mappa delle località Mappa dei comuni del Tortonese Piovera Alluvioni Cambiò Isola Sant'Antonio Molino dei Torti Alzano Scrivia Pontecurone Castelnuovo Scrivia Tortona Viguzzolo Castellar Guidobono Sale Guazzora Casalnoceto Volpeglino Sarezzano Monleale Volpedo Pozzol Groppo Montemarzino Berzano di Tortona Montegioco Cerreto Grue Villaromagnano Carbonara Scrivia Spineto Scrivia Villalvernia Sant'Agata Fossili Gavazzana Carezzano Costa Vescovato Castellania Sardigliano Avolasca Casasco Momperone Brignano Frascata Garbagna Dernice Montacuto Gremiasco San Sebastiano Curone Fabbrica Curone Paderna