Vivi Tortona Home Page

VIVI TORTONA e dintorni

Informazioni e Accoglienza del Territorio (I.A.T.)


indice delle schede scheda precedente scheda successiva torna indietro
Sei qui: Home | LOCALITÀ

BRIGNANO FRASCATA

scorcio di Brignano Frascata Località
Brignano Frascata

E-Mail
comune.brignano@libero.it

Link
pagina di Brignano nel sito della Comunità montana






Comune agricolo sulla media Val Curone il cui territorio si estende sui due versanti della valle. Il capoluogo, attraversato dalla provinciale Tortona-Caldirola, si estende sul fondovalle alla sinistra orografica del Curone in una vasta conca a ridosso di un’altura sulla quale sorge il Castello.
 

La località fu abitata già in epoche preistoriche come ha dimostrato il ritrovamento di un fondo di capanna neolitica mentre tra il 1982 e il 1986 fu esplorata una vasta area dove fu rinvenuta una fornace e un edificio rustico di età romana (I sec. d.C.). Altri insediamenti di epoca tardo-romana sono stati scavati a Frascata e nella frazione San Giorgio con il ritrovamento di parecchi reperti (ceramica, monete, tombe). Le prime notizie documentate però risalgono al XII secolo e precisamente al 1155 quando l’imperatore Federico I il Barbarossa seondo la “cronaca di Tortona” tolse Brignano ai Tortonesi ai quali venne poi restituito con la “reconciliatio” del 1176. A Brignano venne istituito un presidio a difesa della Val Curone. Pur dipendendo, come sovranità civile, dal Vescovo, e quindi dal Comitato di Tortona, Brignano ebbe diversi feudatari. Spinetta Spinola ricevette il paese in feudo da Galeazzo Visconti (1375) e, dopo l’investitura, pose mano alla costruzione del Castello che avrebbe dovuto sostituire, in un certo modo, quelo dei Malaspina che sorgeva in località Cantacapra distrutto da una rovinosa frana.
Confiscato agli Spinola nel 1478 il feudo fu acquisito da Cavalchino Guidobono Cavalchini. Conteso ancora dagli Spinola filofrancesi, Brignano fu recuperato da Gerolamo Guidobono Cavalchini nel 1526. Nel 1597 fu confiscato al nipote Ferrante e concesso ai cugini Giovanni e Fabrizio Guidobono Cavalchini di Pavia che lo tennero fino al 1680. Nel 1685 ne furono infeudati i De Ferrari di San Sebastiano che ridussero il fortilizio in maniero confortevole ed abitabile. Dai De Ferrari il castello passò brevemente ai Giani sempre di San Sebastiano e quindi nel 1919 ai Conti Bruzzo di Genova.
> Frazioni: Burrone, Ca’ del Maestro, Casa del gatto, Cioccale, Cosola, Frascata, Guardia, Madonnina, Martinasco, Mola, San Giorgio, Selva Inferiore, Selva Superiore, Serra del Monte, Valdalto, Vallescura.
> A Brignano ha sede il Centro Documentazione di Valle della Comunità Montana delle Valli del Curone, Grue e Ossona
> Manifestazioni: Sagra del tartufo e dei prodotti locali (ultima domenica di ottobre)
> Mercatino dell’antiquariato (1ª domenica del mese)
> Festa patronale: San Giacomo
> Denominazione degli abitanti: brignanesi
> Superficie del territorio kmq 17,42
 

Telefono:
Comune: 0131 784623
fax 0131 784623
  
Popolazione, ab.:
488
 
Zona Geografica:
Italia nord occidentale, Comunità Montana valli Curone,Grue,Ossona
  
Altitudine m:
285 s.l.m.
 

Distanza da Alessandria Km.41
Casello Aut.le: Km. Uscita SGC: Km. Stazione Ferroviaria: Km. Strade Statali e Provinciali:


Ultima Revisione: 12/19/2005 a cura della redazione IAT
Vivitortona.it è sponsorizzato da:Rivalta Logistica spa
CALENDARIO


Mappa delle località Mappa dei comuni del Tortonese Piovera Alluvioni Cambiò Isola Sant'Antonio Molino dei Torti Alzano Scrivia Pontecurone Castelnuovo Scrivia Tortona Viguzzolo Castellar Guidobono Sale Guazzora Casalnoceto Volpeglino Sarezzano Monleale Volpedo Pozzol Groppo Montemarzino Berzano di Tortona Montegioco Cerreto Grue Villaromagnano Carbonara Scrivia Spineto Scrivia Villalvernia Sant'Agata Fossili Gavazzana Carezzano Costa Vescovato Castellania Sardigliano Avolasca Casasco Momperone Brignano Frascata Garbagna Dernice Montacuto Gremiasco San Sebastiano Curone Fabbrica Curone Paderna